Topini (di biblioteca)

I topini si distinguono dai simili balestrucci grazie alla mancanza del groppone bianco, i colori più tenui e marroncini e la coda meno biforcuta. E’ sicuramente una (bella) notizia un avvistamento del genere vista la scarsità di popolazione di Ripari Riparia in Toscana e probabilmente hanno nidificato nei cantieri abbandonati delle ale della bellissima biblioteca di Sesto Fiorentino trovando così un rifugio sicuro ed accogliente accontentandosi della scarsità di acqua in zona per loro peraltro indispensabile (torrente Zambra sì vicino ma con scarsa portata di acqua e torrente Rimaggio a qualche centinaio di metri di distanza o anche forse qualche piscina o laghetto privato). Evviva questa primavera! …che continua a riservarci delle belle sorprese compreso questo insolito annuncio (di primavera) grazie a questa insolita rondine così chiamata – topino -in quanto fa il nido scavando dei buchi nella terra-sabbia.

Annunci

Un pensiero su “Topini (di biblioteca)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...