Lo smartphone fotonaturalista

smartphone per fotografie all'aperto

Fotografie all’istante

In molti smartphone è possibile realizzare una fotografia anche quando si è in modalità di stand-by (sospeso) utilizzando quei pochi comandi hardware che ci possono essere a disposizione tramite comandi fisici (anche perché essendo spento non è attiva la modalità touch…). Per alcuni modelli la scorciatoia in oggetto utile è premere consecutivamente e velocemente il tasto volume come per abbassare il volume (volume giù). Può risultare utile se si presenta all’improvviso un animale davanti a noi e proprio non ce l’aspettavamo.

APPROFONDIMENTO SCORCIATOIE ED !EASTER EGG: molti dei dispositivi che avete a disposizione posseggono delle scorciatoie di utilizzo sia hardware che software che spesso vengono dette in gergo !Easter Egg come la sopresa delle Uova di Pasqua appunto: provare per credere…

Opzioni utili per fotografie naturalistiche

Sono molte le opzioni a disposizione di un qualsiasi smartphone che peossono essere attivate e sfruttate per realizzare delle foto sempre nella condizione di essere in movimento ma con smartphone acceso (particolarmente utili dunque per fotografie da realizzare velocemente quindi soprattutto in rpesenza di soggetti in movimento).

Disattiva audio

Nel rispetto della regola di fare meno rumore possibile disattiviamo il click della foto…

Tocca per scattare

Tocca il punto da mettere a fuoco e contempraneamente scatta (con qualche istante di ritardo purtroppo nella maggior parte degli smartphone).

Zoom

Se abbiamo soggetti in movimento ad una certa distanza sicuramente conviene avvalersi della funzione zoom.

Premi a lungo per scatti in sequenza

Foto a ripetizione utili nella speranza di intercettare soggetti in rapido movimento ma con il serio rischio di realizzare la maggior parte delle foto fuori-fuoco.

Tracking focus (soggetto) messa a fuoco

Selezione di un eventuale soggetto in movimento per la messa a fuoco del medesimo che viene seguito dinamicamente per la messa a fuoco automatica dello stesso.

Tag GPS

Da attivare nel caso sia utile includere nei metadati della fotografia la localizzazione precisa della fotografia effettuata.

APPROFONDIMENTO META-DATI: tutte le immagini così come tutti i file digitali possono includere dei dati per così dire segreti ovvero che non sono visibili normalmente ma che servizi online strepitosi come il Jeffrey’s Image Metadata Viewer o addirittura editare tramite il noto !exif tool.

Lo smartphone come una macchina fotografica (o quasi)

Alcuni smartphone consentono di riprodurre o simulare alcune condizioni di configurazione di una macchina fotografica vera e propria. Risulta particolarmente utile (anche se non facile da cogliere come opportunità) nel caso di soggetti fermi (piante, alcuni insetti, tracce…) per i quali si possa decidere di sfruttrare alcune configurazioni in stile macchina fotografica pro.

Formato Raw

Alcuni smartphone danno la possibilità di salvare le immagini in formato RAW (grezzo) e che da la possibilità di avere file decisamente più ingombranti come dimensioni ma molto più ricchi di segnale qualora si abbia necessità di non perdere informazioni-dettagli importanti della foto acquisita.

APPROFONDIMENTO GRAPHIC DESIGN: qualora si voglia addentrarsi dentro gli affascinanti meandri della grafica digitale assolutamente consigliabile imparare a maneggiare il software libero di fotoritocco GIMP di cui esiste ance prezioso manuale online in italiano.

Luce ausiliaria AF

Aumento dellintensità di luce acquisita in condizioni di scarsa luminosità a volte affiancata da altre opzioni utili come il simbolo delle nuvolette per ottimizzare la luminoistà nelle giornate nuvolese appunto.

AF-C

Ovvero messa a fuoco in movimento assolutamente preziosa nel caso di dover inquadrare soggetti appunto in movimento.

Intensità di luce concentrata nell’area della selezione touch del focus

Ottimizza la buona riuscita dell’immagine in termini di luminosità nel punto del focus indicato dal nostro touch.

Tempi di scatto e regolazioni fini

Nel caso di uccelli in volo può essere consigliabile arrivare a tempi di 1/2000 (secondo) anche se è una configurazione delicata da apporre e in sintonia con la sensbilità (ISO) e valore di esposizione (EV) nonché in base alla varei configurazioni settabili di luminosità, contrasto e saturazione colore.

Approfondimento P20 PRO: se sei interessat@ leggi anche P20 Pro bio-watching test su Scenari Digitali.

 

Annunci